Le vendite natalizie delle gioiellerie sono state caute per via della crisi - Gioiellerie

Adesso che ormai il mese di gennaio è trascorso placido come sempre, è il momento di tirare le somme e di andare a vedere se il periodo del Natale ha portato i suoi frutti per le gioiellerie, se sono riuscite durante le festività ad aumentare il loro guadagno. Solitamente il periodo natalizio ha sempre rappresentato infatti per le gioiellerie, e più in generale per ogni altra attività, un periodo particolarmente roseo in cui le famiglie italiane decidono di spendere un po´ di soldi in più per fare tutti i loro regali. Questa verità è sempre stata accolta come un dato di fatto, ma negli ultimi anni ci siamo dovuti ricredere a causa della crisi economica che non permette più alle famiglie italiane di spendere molti soldi. Che cosa è successo allora durante questo Natale 2014? Andiamo a scoprirlo insieme.

Un Natale in calo per le vendite di orologi e gioielli
Non abbiamo ancora in mano dei dati ufficiali su cui basaci, ma stando a ciò che viene affermato dall´Osservatorio Confesercenti Modena e dalle interviste che sono state fatte direttamente dal famoso Preziosa Magazine il Natale 2014 ha visto come parola d´ordine una diffusa stabilità. In generale le attività del territorio italiano hanno affermato di non aver registrato quindi grandi differenze rispetto al Natale 2013. Alcune voci affermano però che il settore dei gioielli e degli orologi ha visto in realtà un calo, soprattutto in relazione ai gioielli e agli orologi più preziosi, a quelli quindi dei marchi più prestigiosi, a quelli realizzati in materiali come il platino e l´oro, arricchiti magari anche da diamanti. Questi settori che un tempo vivevano il Natale come una vera e propria festa per le loro tasche, sono costretti a viverlo adesso come un periodo invece piuttosto triste.

L´argento e l´alta bigiotteria, i settori di maggiore successo
A quanto pare sono i gioielli in argento quelli che sono riusciti durante questo Natale a trovare un posto sotto l´albero, gioielli questi che infatti come ben sappiamo hanno dei prezzi piuttosto bassi e democratici, adatti quindi a tutti, anche a coloro che non hanno molti soldi a loro disposizione. Coloro che vogliono spendere un po´ di più, ma pur sempre evitando esagerazioni, hanno preferito puntare sull´alta bigiotteria. Non si tratterà di beni preziosi che possono essere considerati degli investimenti, ma di sicuro si tratta di oggetti che riescono a colpire dritto al cuore coloro che li ricevono in dono e che proprio per questo motivo vengono scelti in modo sempre più intenso. Anche nel settore dell´alta bigiotteria però gli scontrini medi rimangono piuttosto bassi, segno comunque che di soldi a disposizione ce ne sono davvero molto pochi.

Aspettative deluse, ma non per tutti
Le aspettative per il Natale 2014 sono state insomma deluse, ci si aspettava una ripresa infatti importante del settore delle gioiellerie che invece non ha avuto luogo. Questo però non è vero per tutti, andando a prendere in considerazione infatti i singoli brand ci si rende conto che ci sono alcuni nomi che rimangono ancora oggi sulla cresta dell´onda. Primo fra tutti ovviamente Pandora, un nome questo che è ormai diventato una tendenza, un nome questo che ha affermato in una recente nota di aver avuto questo Natale delle vendite davvero da record sia in Italia che nel resto d´Europa.

Articoli che potrebbero interessarti

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ti è servito questo articolo aiutaci a crescere, iscriviti anche tu alla nostra newsletter